Lunedì bizzarro

Oggi non è stata una giornata pesante a scuola, nonostante l’orario fosse lungo e comprendesse anche la programmazione. Le prime due ore ho fatto supplenza al maestro che faceva alternativa. Ho preso due ragazzini di quarta e ho fatto loro leggere un libro, quindi hanno illustrato il breve racconto. Alla fine abbiamo parlato molto. È stata una soddisfazione quando un bambinoIMG_20130613_162138 mi ha detto che gli piaceva uscire dalla classe e fare alternativa… Considerando il fatto che dentro il mio cuore anelo ad insegnare religione… È tutto di guadagnato! Ho capito che anche insegnando la materia alternativa si può annunciare Cristo, con l’accoglienza, l’affetto, l’amore. Certamente… quando stamattina alle 8.10 è arrivato il messaggio sul cellulare che l’insegnante di materia alternativa non ci sarebbe stato e che sarei quindi dovuta andare a scuola alle 8.20, è stato un colpo. Ero in ipoglicemia, stavo male e avevo solo il tempo di ingoiare un boccone e andare a scuola. Avevo in mente poi di ricominciare a studiare per il concorso! Non posso ridurmi all’ultimo come l’altra volta. Mi sono accorta in seguito che il nuovo orario era migliore del precedente per lo studio: non mi sarei dovuta fermare a scuola e studiare sterilmente durante quell’ora di buco, ma avrei potuto comodamente studiare sia prima di mangiare che dopo. Inoltre mi era venuta un’idea per allenarmi a ripetere a voce alta: fare dei piccoli video, come faccio spesso con le meditazioni. Il piccolo imprevisto si è poi rivelato assolutamente un toccasana. Agli inizi ho cominciato ad esprimermi con molta fatica, successivamente mi sono sciolta… Riconosco i miei errori al concorso di R. Spero di non rifarli questa volta, sempre che riesca ad arrivare all’orale.

Lunedì bizzarroultima modifica: 2016-02-10T14:47:33+00:00da vodaf_2008
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento